STRUMENTI

Ecco un elenco della strumentazione principale utilizzata nel progetto: (cliccate sulle varie voci per aprire le diverse schede)

 

DIDJERIDOO

DSC_5144_72 DPI

ll DIDJERIDOO è il misterioso strumento musicale degli Aborigeni Australiani.
E’ uno strumento molto particolare ed unico, perché prodotto quasi integralmente dall’azione della Natura (le termiti divorano letteralmente l’interno degli alberi di eucalipto lasciandoli cavi all’interno) e perché è totalmente rappresentativo della cultura Aborigena.
E’ semplice ma complesso allo stesso tempo ed è chiamato “lo storyteller – il raccontastorie” perché gli Aborigeni lo utilizzano per descrivere e raccontare, attraverso i suoi particolari suoni, la storia del loro popolo e della loro terra.
E’ uno strumento ritmico a fiato con una ristretta gamma di note, ma la cultura musicale Aborigena non prevede nessuna nota.
Ognuno di essi ha una propria intonazione e nota, che dipendono dalla lunghezza e dalla sezione trasversale interna.
Originariamente essi erano solo rami di eucalipto, ma ora si possono trovare didjeridoo in molti differenti materiali (molti tipi diversi di legno, PVC, vetro, ferro, fibra di vetro, poli-carbonati, cartone).
Nel vasto universo degli strumenti contemporanei occidentali, possiamo paragonare il suo suono a quello di una modulazione d’onda di un sintetizzatore.

 

DIDJERIBONE

GabriDoo and his Didjerybone

Il DIDJERIBONE è un particolare tipo di didjeridoo in PVC, ideato alla fine degli anni’90 dal suonatore Charlie MacMahon. E’ stato il primo esempio di slide-didjeridoo, ovvero un didjeridoo composto da più parti che, scorrendo l’una nell’altra, variano la lunghezza dello strumento, garantendo così un cambio di tonalità. Il principio su cui si basa la semplice quanto geniale idea, è lo stesso principio del trombone con la coulisse (da qui il nome Didjeri-BONE). Ulteriore particolarità, il cambio tra una nota e l’altra, su suono continuo, produce un effetto sonoro del tutto simile a quello “slide” che si ottiene pizzicando una corda di una chitarra e variando la posizione del dito sulla corda

 

BERIMBAO

DSC_5474_72DPI

ll BERIMBAO è l’arco musicale, uno strumento percussivo a corda singola, proveniente dal Brasile.
E’ lo strumento tipico della Capoeira, arte marziale afro-brasiliana e la sua origine risale al 16° secolo con l’arrivo degli schiavi dall’Africa.
E’ composto da 6 parti:
  • Verga: l’asta di legno che costituisce il corpo principale dello strumento.
  • Arame: la corda di ferro
  • Cabaça: la zucca posta a circa 1/3 dello strumento (verso il basso) e fissata alla verga e all’arame tramite una corda; ha la funzione di amplificare il suono
  • Pedra o  Dobrão: una piccola pietra che viene tenuta nella mano che sostiene lo strumento e spinta contro l’arame genera una variazione tonale del suono
  • Baqueta: la bacchetta con la quale si percuote l’arame per produrre il classico suono del berimbao
  • Caxixí: un piccolo shaker posto nella mano che muove la bacchetta, arricchendo il suono generale dello strumento
Il berimbao ha 3 suoni di base: il suono aperto della corda, un suono più alto in frequenza ed il suono prodotto puntando la pedra contro l’arame.
 
ALTRE PERCUSSIONI

———————————-

HARDWARE:
MAC BOOK Pro
“NANO” KORG (controller MIDI/PAD/tastiera)
M-AUDIO FAST TRACK Pro (scheda audio)

———————————-

SOFTWARE:
LOGIC PRO
ABLETONE LIVE
TRAKTOR